Chimica Organica

Tutti gli organismi viventi sono costituiti da sostanze organiche. Ci sono diversi esempi: proteine ​​come collagene ed elastina, acidi grassi, lipidi superiori come terpeni, carboidrati, acidi nucleici, tessuti, ecc. L’elenco è più lungo, il cibo è una fonte primaria di composti organici, i medicinali e anche i vestiti che indossiamo contengono composti la cui base strutturale è il carbonio.

Le prime luci sullo studio di questi composti emersero nel 1770 (pieno XVIII secolo). Quell’anno si stabilì l’esigenza scientifica di classificare alcuni componenti come organici per differenziarli chiaramente da quelli «inorganici». All’inizio lo standard era solo per quelle sostanze la cui origine era negli organismi viventi. Era necessario rovesciare l'»idea vitalistica della materia» per accettare finalmente che molte sostanze potessero essere convertite in altre mediante una semplice reazione chimica. Senza cercare di confondere, quello che dobbiamo accettare per iniziare a studiare i composti organici è il seguente:

«Ogni composto organico deve contenere l’elemento carbonio», tuttavia si chiarisce che «non tutti i composti che contengono carbonio devono essere necessariamente organici».

Contenuto dell’unità

Deja un comentario